Visite e trasferte

Vivere un giornale: una giornata in redazione

Rotativa di stampa

È un’uggiosa mattinata di novembre quella in cui varchiamo le porte della sede del Corriere del Ticino a Muzzano per la giornata che passeremo sul campo. Ma il  grigio cupo del cielo viene dissolto dalla luce intensa della nuova newsroom in cui ci accoglie Paride Pelli, direttore della suddetta newsroom e dei portali cdt.ch e ticinonews.ch.

Paride Pelli ci parla, fra l’altro, delle nuove sfide poste dal digitale, della crisi della stampa tradizionale cartacea che ha imposto anche scelte dolorose in termini di occupazione, e di come un giornale possa sopravvivere ad essa mantenendo alti gli standard di qualità e puntando a un’audience fidelizzata e diversificata fra web e cartaceo.

Partecipiamo quindi alla riunione di redazione del mattino, il momento in cui nasce concretamente il prodotto che passerà poi alla stampa. Si passano in rassegna i temi del giorno, le proposte di articoli, gli spazi e i tempi. È un momento di mediazione collettiva, in cui è necessario (e non sempre facile, come abbiamo visto) conciliare il lavoro di informazione con le esigenze commerciali, bilanciando notizie e pubblicità. 

Entriamo quindi nella fase più stimolante della mattinata, il workshop sulla titolazione efficace sul web insieme a Paride Pelli e Michele Montanari: ci viene chiesto di creare, in pochi minuti, titolo e sottotitolo per alcuni articoli già pubblicati su cdt.ch, seguendo alcune regole essenziali in termini di lunghezza e contenuto. Un lavoro sul campo reso ancora più interessante dal successivo confronto con il titolo realmente utilizzato sul portale. 

Dopo il pranzo, la parte finale della giornata che, di fatto, coincide con la fase conclusiva della creazione di un giornale: visitiamo con Stefano Soldati l’imponente centro stampa, il luogo in cui il giornale entra sotto forma di file ed esce (anche fisicamente, con la spedizione), sulle pagine di carta. Dal posizionamento della carta, al taglio e piega fino alla posa dell’indirizzo e successiva divisione per zone di consegna, il processo si svolge sotto i nostri occhi dall’inizio alla fine.

Un’esperienza sicuramente interessante, che ci ha dato una panoramica completa di ciò che  è una redazione giornalistica e la vita stessa che c’è dietro il quotidiano che troviamo al bar sotto casa ogni mattina.

Testo di Marco Narzisi. Foto e video di Andrea Sala, Francesco Gabaglio, Carla Clavuot, Raffaella Biffi

Il tuo commento