Rassegna stampa

Oltre 200mila persone in coda per entrare nel social network anti-fake news

Oltre 200mila persone in coda per entrare nel social network anti-fake news

Leggi l’articolo originale

Wt:Social, il social network incentrato sulle notizie verificate creato dal co-creatore di Wikipedia Jimmy Wales, ha raggiunto e superato i 230mila utenti registrati che aspettano in coda per accedere alla piattaforma. Il sito si ispira a WikiTribune che, dal 2017, permette ai giornalisti e volontari di pubblicare notizie neutrali e verificate.

Dall’8 di novembre, quando Wales twittò soddisfatto il raggiungimento del traguardo dei 25mila utenti, il social network ha continuato a registrare un alto afflusso di persone.

Negli ultimi due giorni siamo esplosi per crescita”, scrive Wales su WtCommunity: “Abbiamo concluso venerdì (15 novembre, ndr) a mezzanotte con 91.452 membri. In questo momento abbiamo 183.575 membri! A mezzanotte stasera (18 novembre, ndr) saremo ben oltre i 20omila”.

Dati sull’aumento degli utenti registrati a WT:Social. (fonte: WTCommunity)

Per accedere e utilizzare immediatamente il social network, lanciato in sordina circa un mese fa, è necessario effettuare la registrazione e scegliere un piano di abbonamento mensile, pagando 12 euro, oppure annuale, pagandone 90.

L’abbonamento per accedere, ha spiegato il fondatore, è solamente una strategia iniziale per evitare il sovraccarico dei server e in un secondo momento il social network diventerà gratuito ma fino ad allora gli utenti dovranno pazientemente attendere in coda oppure, sfruttare i link forniti dal social network per invitare altre persone a iscriversi, scalando così la coda.

Le mie ambizioni per questo progetto sono enormi”, continua Wales: “Se riusciamo a raggiungere 20 milioni – o 200 milioni – di utenti, possiamo iniziare a migliorare materialmente il flusso di informazioni nel mondo e possiamo dare un duro colpo ai giganti dei social media che hanno fatto così tanto per distruggere la democrazia”.

L’obiettivo del social network è quello di diffondere notizie verificate per permettere di informarsi in modo obiettivo ed eliminare i discorsi d’odio, il trolling e le fake news. Attualmente l’interfaccia del social network è disponibile solamente in lingua inglese ma gli utenti possono comunque pubblicare i post e le notizie nella loro lingua madre.

The post Oltre 200mila persone in coda per entrare nel social network anti-fake news appeared first on Wired.

Wired

November 21, 2019 at 11:40AM

Il tuo commento