Tecniche e strumenti

Registro di commercio: uno strumento utile anche ai giornalisti

È la prima volta nella storia del corso di giornalismo della Svizzera italiana che questo argomento viene trattato. Eppure il registro di commercio è uno strumento molto utile anche in ambito giornalistico, specie per quel che concerne le inchieste. Grazie a questo database è infatti possibile trovare informazioni utili su persone, associazioni, SA, SAGL, ecc. È stato il capoufficio dell’Ufficio del registro di commercio, l’avvocato Andrea Porrini, ha condurre ‘passo passo‘ i presenti (in sede e via zoom) all’interno di questo registro, che al 1° gennaio 2020 presentava 39’778 enti giuridici. Un dato che issa il Ticino al quinto posto a livello nazionale per numero di iscrizioni.

Ma a cosa serve il registro di commercio? Serve a costituire e identificare gli enti giuridici. Ha lo scopo di registrare e pubblicare fatti giuridicamente rilevanti e garantisce la certezza del diritto nonché la protezione di terzi, specie dei creditori, nel quadro di prescrizioni imperative del diritto civile. Sono principalmente tre le attività che esegue l’ufficio del registro di commercio: attività di iscrizione, procedure d’iscrizione d’ufficio e rilascio di documenti. Ed è proprio quest’ultima attività a interessare maggiormente i giornalisti.

I documenti presenti sono di due tipi: pubblici e non. Della prima categoria si possono richiedere e ottenere documenti senza fornire alcuna spiegazione. Qualora fossero più vecchi di 30 anni, bisogna però rivolgersi all’archivio di Stato. Tra i documenti pubblici troviamo: iscrizioni al registro, notifiche d’iscrizione e i giustificativi. Non è possibile invece accedere a quelli non pubblici (corrispondenze relative alle iscrizioni, decisioni di rifiuto di iscrizioni, bilanci, conti economici, ecc).

Gli strumenti presentati dal relatore sono fondamentalmente tre:

È il registro nazionale e contiene tutti gli enti svizzeri iscritti. Ha criteri di ricerca un po’ più limitati rispetto a quelli cantonali. Quando si vuole cercare qualcosa a livello nazionale, è consigliabile partire da qui.

Strumento utile per verificare se sono in atto diffide (in Ticino ogni anno sono circa 1’500)

Si usa quando si vogliono cercare informazioni inerenti enti giuridici con sede nel cantone.

Nei registri cantonali è possibile ricercare anche gli enti giuridici cancellati. Quattro sono invece le sigle da ricordare: R (rettifica), C (complemento), F (fallimento) e M (modifica di una persona iscritta ad esempio i dati personali).

Il tuo commento