Lirio Abbate

Lirio Abbate è un giornalista e saggista italiano.

Inizia del 1990 collaborando con il Giornale di Sicilia scrivendo di cronaca nera e giudiziaria. Dal 1997 è chiamato alla redazione palermitana dell’ANSA, diventando capo servizio aggiunto, dove si occupa principalmente di cronaca giudiziaria. Dal 1998 è corrispondente de La Stampa dalla Sicilia fino al 2008. Dalla cronaca giudiziaria passa al giornalismo investigativo.
Per l’attività svolta a Palermo riceve minacce di morte a cominciare da settembre 2007 quando i poliziotti che si occupano della sua protezione sventano un attentato preparato davanti alla sua abitazione palermitana.

Nel 2009 lascia La Stampa e l’ANSA e diviene inviato de L’Espresso. Nel 2016 diventa caporedattore responsabile delle sezioni “Inchieste” e “Attualità” e dal 2017 è vicedirettore.
L’organizzazione internazionale Reporter senza frontiere nel 2014 lo inserisce nella lista dei “100 eroi dell’informazione nel mondo” con questa motivazione “Le minacce di morte e la sua presenza nella lista nera di Cosa nostra non lo hanno intimidito”.

Nel 2015 l’associazione Index on Censorship di Londra lo ha nominato fra le 17 persone al mondo che lottano per la libertà di espressione.