Nicole della Pietra

Sono corrispondente per la Radio Télévision Suisse RTS (ex RSR/RTS) da 15 anni.

Prima di questo periodo, ho collaborato in modo continuo con Le Temps, La Liberté e Swissinfo, tra altre testate. Dopo di che, sono tornata a studiare a Ginevra. Prima ancora ero corrispondente in time-sharing per l’ats – agenzia telegrafica svizzera.

Il mio percorso di formazione e approccio al giornalismo inizia con il “Büro Cortesi” a Bienne, dove ho fatto il mio stage di giornalismo per due anni, scrivendo per il settimanale bi-lingue “Biel-Bienne”, per la (defunta) “Feuille d’Avis de Neuchâtel”, e altre testate e diversi lavori PR. Una redazione molto speciale, che ha servito di trampolino professionale a numerosi colleghi D/F attivi, e ormai nomi conosciuti in grandi testate romande e svizzero tedesche.
Poi, per diversi anni, passati negli Stati-Uniti e spostamenti professionali frequenti in Asia (sopratutto Taiwan e Honk-Kong), mi sono allontanata dal giornalismo per vivere altre esperienze professionali.

Plurilingue (madre lingua francese), vivo le lingue e le culture nazionali come una seconda pelle.


Sabato 29 aprile – “Narrare il Ticino ai radio-ascoltatori romandi”

Mi rallegro di poter condividere con gli studenti, cosa significa « raccontare il Ticino ai radio-ascoltatori romandi » e (!) ancora prima,  « vendere »  le tematiche alla redazione.

Partendo dalle mie esperienze, proporre una lezione di “lavoro concreta”. In poche parole: come si organizza un/a corrispondente, di una redazione lontana (non italofona), che conosce male il Ticino (se non niente del cantone), per rendere questo pezzo di paese interessante al resto della Svizzera ?

  • Quale parole chiavi per la comunicazione interna (in redazione) ?
  • Sulle onde: Come spiego il Ticino, o una tematica particolare legata al cantone, a chi mi ascolta? Come attirare l’attenzione del pubblico su una regione che, di per se, interessa poco i Romandi?
  • Sul terreno: Come suscitare l’interesse degli « attori » della politica, dell’economia, della cultura e dello sport su un media che non conoscono bene come la RSI e la stampa ticinese e italiana, per esempio.
  • Essere didattici, evitare il ripetersi; come evitare alcune trappole ?
  • Il/la corrispondente è più libero/a nel descrivere situazioni (politiche) del/la collega ticinese ? si, ed ecco perché.
  • Come costruisco la mia rete da corrispondente e curo le mie fonti ?
  • Cos’è cambiato in questi anni – passaggi dalla stampa scritta, discussione aperta con gli studenti, domande, ecc.